Editoriale- Archivio

Anche il 2021-2022 è stato un anno scolastico difficile, reso complesso dal perdurare della pandemia di COVID-19 che ha influito tanto sullo svolgimento delle attività didattiche.

Per venire incontro alle esigenze di insegnanti e allievi il concorso AIR UP dedicato alle scuole del Bacino padano organizzato nell’ambito della campagna “C’é aria per te!” di LIFE Prepair è stato prorogato fino ad autunno 2022.

Possono partecipare le classi quarte e quinte delle scuole primarie e tutte le classi delle secondarie di primo grado di Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna. Ogni classe può diventare ambasciatrice della sostenibilità attraverso la propria creatività e ai linguaggi digitali.

Ogni classe può diventare ambasciatrice della sostenibilità attraverso la propria creatività e ai linguaggi digitali.

Le classi possono realizzare da 1 a 5 immagini per dei post social, attraverso le quali sensibilizzare i cittadini sul tema della qualità dell’aria. Il contenuto dovrà essere un’immagine per un post social, composto da una grafica e uno slogan contenuto testuale.

La nuova scadenza per registrarsi ed inviare il materiale prodotto dalle classi è il 30 novembre 2022.

Tutte le informazioni qui: https://ariaxte.it/air-up/

Nei mesi scorsi Arpa ha implementato l’offerta di materiale didattico presente su questo sito, pubblicando le versioni italiana e francese del modulo "Noi e i virus”. Questo strumento didattico era nato per fornire ai genitori e agli insegnanti delle informazioni che permettessero loro di trovare le parole giuste per spiegare ai bimbi argomenti quali virus e Coronavirus, pandemia, lockdown di cui sentivano ogni giorno parlare ai notiziari radio e tv.

C'est depuis l’année 2015 que la section « Air et Atmosphère » a commencé à porter le thème de la qualité de l'air à l'attention des élèves de l’école primaire, en utilisant les supports pédagogiques de “L’Air et moi”. Pendand ces dernières années d’activité didactique, ont été proposés aux élèves des jeux et des activités pédagogiques pour apprendre de manière ludique ce qu'est l'air et quelles propriétés il possède. À l'aide de petites expériences scientifiques, certains concepts complexes comme le phénomène des «pluies acides» et celui de «l'effet de serre» ont été rendus moins abstraits par l'expérimentation pratique. Vu l'enthousiasme avec lequel les élèves et les enseignants nous ont toujours récompensés pour les activités pédagogiques proposées, nous avons décidé de mettre en ligne sur "Noi e l'Aria" les expériences pratiques, avec une série de diapositives (présentation Power Point), afin de les rendre utilisables par tous les enseignants et éducateurs qui souhaitent les utiliser. La collection est également disponible en anglais et en français, pour répondre aux exigences CLIL (contenu en langue étrangère) des écoles. L'urgence sanitaire que nous vivons maintenant oblige de nombreuses écoles fermées à expérimenter les cours à distance. Le site Internet de « Noi e l'Aria » représente une opportunité en ce sens: ici il y a beaucoup de contenus audiovisuels, de vidéos et d'idées qui permettent de mettre en place des cours en ligne intéressants et créatifs. Notre volonté est de continuer à investir des ressources dans ce secteur et d’augmenter toujours l'offre de matériels scolaires utilisables via le web. Le e-learning représente pour les nouvelles générations une manière captivante et attrayante d'apprendre et, par conséquent, permet à Arpa de sensibiliser un nombre croissant de jeunes et d'enseignants aux enjeux actuels de l’environnement.

 

E’ ormai a  partire dal 2015 che la sezione Aria e Atmosfera ha iniziato a portare il tema della qualità dell’aria all’attenzione dei bambini della scuola primaria e secondaria di primo grado, utilizzando i supporti pedagogici di Noi e l’Aria.  In questi anni, oltre alla lezione svolta in classe sono stati  proposti agli alunni giochi didattici ed attività finalizzati ad apprendere in modo divertente che cos’è l’aria e quali proprietà possiede. Con l’ausilio di piccole esperienze scientifiche, sono stati anche illustrati alcuni concetti complessi quali il fenomeno delle “piogge acide” e l’“effetto serra”, già spiegati in classe, ma resi meno astratti dalla sperimentazione pratica. Visto l’entusiasmo con cui ci hanno sempre ripagato alunni e insegnanti per le attività didattiche proposte, abbiamo deciso di implementare il materiale didattico presente sul sito “Noi e l’Aria”, strutturando le esperienze pratiche, che in questi anni abbiamo portato nelle classi, in una serie di diapositive (presentazione Power Point), così da renderle fruibili per tutti quegli insegnanti e educatori che desiderino utilizzarle. La  raccolta è disponibile anche in lingua inglese e francese, così da poter rispondere alle esigenze CLIL (Contenuti in Lingua Straniera) delle scuole. L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo  sta costringendo molte scuole chiuse a sperimentare le lezioni a distanza. Il sito di Noi e l’Aria rappresenta una grande opportunità in questo senso: è ricco di stimoli audio visivi, di filmati e di approfondimenti  che consentono  di impostare lezioni on line interessanti e creative. La nostra volontà è quella di continuare a investire risorse in questo settore e  implementare l’offerta di materiale scolastico fruibile via web. L’e-learning  rappresenta un modo di insegnare accattivante e ricco di appeal per le nuove generazioni e, pertanto, è in grado di consentire a noi di Arpa di arrivare a sensibilizzare un numero sempre maggiore di giovani e insegnanti sulle problematiche ambientali attuali.

 

Foto di Mauro Grosa, ARPA Piemonte

NOI E L’ARIA E SINERGIE CON PROGETTI EUROPEI

Per il prossimo anno scolastico, il progetto "Noi e l'Aria", è stato scelto come supporto didattico per le scuole primarie e secondarie di primo grado della pianura padana che aderiranno all’iniziativa PrepAIRed!; parte del progetto europeo Prepair [http://www.lifeprepair.eu/] .
In Prepair, le regioni del bacino padano si impegnano a coordinarsi su azioni concrete per la riduzione dell’inquinamento dell’aria tramite attività tecniche, economiche, informative ed educative.

La sinergia tra “Noi e l’Aria” e PrepAIRed! permetterà di implementare i diversi percorsi formativi nelle scuole con l’obiettivo di coinvolgere gli studenti nella conoscenza delle diverse dimensioni della problematica della qualità dell’aria, trovando soluzioni attive e promuovendo la consapevolezza sul problema. Per ottenere risultati sostenibili e duraturi nel tempo è importante avere un approccio integrato che passi anche dalla sensibilizzazione dei cittadini e soprattutto dall’educazione delle nuove generazioni.
L’inquinamento dell’aria è diffuso in tutto il bacino padano e solo affrontando la complessa questione in modo interdisciplinare e su vasta area sarà possibile agire a diversi livelli i livelli.
In tale contesto si è svolto a Torino il 4 e 5 giugno scorso il Clean Air Dialogue, l’evento sulla qualità dell'aria che ha visto allo stesso tavolo la Commissione Europea, il Governo italiano, tutte le Regioni ed i principali stakeholders del progetto.

Nei giorni 15-17 giugno, ARPA Valle d’Aosta ha partecipato all’evento sportivo Snoopy Trophy 2018 che ha visto il coinvolgimento di circa 250 squadre di calcio. La presenza di circa 4000 giovani, accompagnati da genitori e parenti, ha offerto al personale tecnico della sezione Aria e Atmosfera l’opportunità di avere un buon numero di persone cui rivolgersi al fine di diffondere le conoscenze sulle tematiche della qualità dell’aria e dei cambiamenti climatici.

Uno degli obiettivi del progetto europeo CLIMAERA (2017-2020) cui ARPA Valle d’Aosta partecipa, infatti, prevede proprio la sensibilizzazione dell'opinione pubblica su questi due aspetti connessi tra loro. La scelta di puntare sui giovani è stata dettata dall’esigenza di creare una generazione consapevole dei rischi cui l’ambiente attualmente è sottoposto nonchè informata su quali possono essere le soluzioni più efficaci per un futuro migliore. Particolare successo ha riscosso Claire, la mascotte creata appositamente per il trofeo Snoopy e per il progetto Climaera. Il suo aspetto accattivante ha suscitato parecchia curiosità: in molti si sono fermati presso il gazebo Arpa per “conoscerla”.

Nel corso di tutt’e tre le giornate, i tecnici dell’ARPA sono riusciti a coinvolgere un gran numero di bimbi, ragazzini e persone adulte, mediante la distribuzione di gadget a tema, l'organizzazione di giochi e la spiegazione di alcune buone pratiche da attuare per ridurre l’inquinamento. Visto l’interesse suscitato e l’importanza dell’opera di sensibilizzazione che Arpa intende svolgere sui temi di Climaera, l’iniziativa verrà sicuramente riproposta allo Snoopy Trophy del prossimo anno, con nuovi giochi e iniziative.

Qualità dell'aria e cambiamenti climatici: sono due facce della stessa medaglia. Il progetto di cooperazione transfrontaliera CLIMAERA (2017-2020), incluso nel programma ALCOTRA, mira a trovare le soluzioni più efficaci per migliorare la qualità dell'aria e combattere il cambiamento climatico.  

Gli obiettivi del progetto includono la sensibilizzazione dell'opinione pubblica e la diffusione delle conoscenze su questioni relative alle due tematiche. In questo contesto, ARPA Valle d'Aosta ha deciso di orientarsi sui giovani, la generazione che sarà più coinvolta da queste problematiche. Nel tentativo di rendere il messaggio ambientale più accattivante e veicolare in modo più semplice e simpatico le informazioni, è stata ideata una mascotte di nome Claire.

Sarà proprio Claire ad incontrare i giovani durante alcune manifestazioni sportive: il primo evento a cui parteciperà è il torneo di calcio SNOOPY TROPHY 2018, che riunisce circa 250 squadre di calcio e 4000 giovani dai 6 ai 18 anni e che si terrà dal 14 al 17 giugno 2018 in Valle d'Aosta. Nell'ambito dell'evento, ARPA svolgerà attività di sensibilizzazione mediante la distribuzione di gadget, l'organizzazione di giochi e la spiegazione delle buone pratiche da attuare per ridurre l’inquinamento dovuto per esempio al riscaldamento domestico o all’utilizzo dell’auto e migliorare la qualità dell'aria che respiriamo.

 

http://www. snoopytrophyvda.it

Con il termine dell’anno scolastico 2016-2017 è tempo di bilanci per il progetto didattico “Noi e l'Aria”: un’innovativa proposta di sensibilizzazione sul tema dell’inquinamento atmosferico che ha già riscosso grande successo in Francia. E’ costituito da un supporto pedagogico composto da diapositive animate, quiz, video, guide pedagogiche ricche di informazioni, dati chiave, definizioni, lavori pratici, consigli per accompagnare gli insegnanti desiderosi di sensibilizzare i bambini sul tema della qualità dell’aria.

L’attività svolta nell’edizione 2016/2017 di “Noi e l'Aria”, si può riassumere con i seguenti numeri:
• 13 classi (con circa 350 studenti);
• 170 insegnanti;
• 9 incontri di formazione per gli insegnanti;
• 12 incontri in classe con i bambini;
• 15 visite alle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria.

Dall’8 al 19 maggio 2017, Elias Gruber, studente del IV anno del Liceo Scientifico Silandro (Clusio, Bolzano) ha svolto presso la sezione Aria e Atmosfera dell’Arpa un tirocinio aziendale.

Obiettivo degli stage organizzati dall’istituzione scolastica di Elias è quello di dare la possibilità agli studenti sia di collegare informazioni teoriche apprese sui libri di scuola con esempi pratici, sia di raccogliere le prime impressioni sulla vita lavorativa. Nel contempo, le aziende che ospitano questi studenti, oltre ad avere un supporto concreto per le diverse attività, hanno anche la possibilità di conoscere le potenzialità delle future generazioni lavorative.

Il progetto didattico “Noi e l’Aria” nelle scuole primarie del Piemonte

Con l’avvio dell’anno scolastico 2016-2017 Arpa torna a parlare di qualità dell’aria nelle scuole, con l’ausilio del supporto didattico “Noi e l’Aria”, reso disponibile nell’ambito del progetto europeo Alcotra Sh’Air conclusosi lo scorso anno.

foto1_verrayes

Prosegue l'attività di ARPA Valle d’Aosta nel campo della didattica nelle scuole valdostane con l'utilizzo dei supporti informativi "Noi e l'Aria".

Il giorno 21 ottobre 2015, presso la scuola elementare Gozzi Olivetti di Torino, è iniziata la sperimentazione delle attività di educazione ambientale nell'ambito del progetto SH'AIR.

Il mattino del 20 ottobre si è tenuta la prima sperimentazione presso l’Istituto scolastico San Francesco di Aosta per l’utilizzo dei moduli didattici “L’Air et moi – Noi e l’Aria”, volti alla sensibilizzazione sul tema dell’inquinamento atmosferico.

Foto di Marie Anne Le Meur, coordinatrice del progetto Noi e l’Aria

Il team di Noi e l’Aria augura a tutti uno splendido 2015, aria pulita e tanta felicità. Alla vigilia della conferenza sul clima 2015 che si terrà a Parigi, ci auguriamo che i temi dell’aria, e dell’ambiente in generale, continuino a farsi sempre più spazio nella nostra vita quotidiana cambiando le nostre abitudini e i nostri gesti quotidiani.